iNFORMATI24
Gli scienziati giapponesi compiono un passo significativo per riportare in vita il mammut lanoso

Gli scienziati giapponesi compiono un “passo significativo” per riportare in vita il mammut lanoso

Il Mammut lanoso nelle nostre praterie

Con i loro enormi torsi irsuti e le lunghe zanne ricurve, le imponenti creature hanno camminato sulla terra durante l’era glaciale.

Il mammut lanoso potrebbe ancora una volta apparire su questo pianeta , dopo che gli scienziati giapponesi hanno affermato di aver compiuto un “passo significativo” per riportare in vita gli animali estinti da lungo tempo.

I ricercatori hanno estratto il midollo osseo e il tessuto muscolare dai resti di un mammut di nome Yuka, rimasto congelato nel permafrost siberiano per oltre 28.000 anni.

Come primo passo, il team, della Kindai University di Osaka, ha confermato l’autenticità dei campioni di tessuto estratto di Yuka usando tecniche di sequenziamento dell’intero genoma.

Gli scienziati giapponesi compiono un passo significativo per riportare in vita il mammut lanoso

Clonazione del Mammut

Gli scienziati hanno quindi iniettato nuclei cellulari dal tessuto muscolare del mammut lanoso estinto in uova di cellula di topo – dando come risultato segni di attività biologiche, secondo lo studio, pubblicato dalla rivista scientifica on-line Nature.

L’attività biologica rilevata nelle uova delle cellule del topo includeva un tipo di formazione strutturale che presumibilmente precede la divisione cellulare.

Kei Miyamoto, uno degli autori, ha detto al Nikkei che i risultati hanno segnato un “significativo passo avanti verso il ritorno dei mammut dai morti”.

Sottolineando che “hanno ancora una lunga strada da percorrere” prima che la specie ritorni all’esistenza, ha aggiunto: “Vogliamo spostare il nostro studio in avanti verso lo stadio della divisione cellulare”.

I mammut girovagavano il pianeta durante l’ultima era glaciale, prima di estinguersi per colpa delle temperature in aumento, mancaza di cibo e la caccia umana.

La squadra giapponese sta anche collaborando con scienziati russi che stanno tentando di clonare il mammut lanoso estinto usando una tecnica nota come trasferimento nucleare di cellule somatiche.

“Il nostro lavoro fornisce una piattaforma per valutare le attività biologiche dei nuclei in specie animali estinte”, si legge nel rapporto. “Le specie antiche hanno informazioni preziose sulla base genetica dell’evoluzione adattativa e fattori legati all’estinzione”.

Informati24

Add comment

Seguici

Close