iNFORMATI24
Le proteste continuano in Francia mentre i Gilet Gialli si scontrano con la polizia

Le proteste continuano in Francia mentre i Gilet Gialli si scontrano con la polizia

Chi sono i manifestanti dei “Gilet gialli” della Francia?

Sessanta persone, tra cui 17 agenti di polizia e un vigile del fuoco, sono rimaste leggermente ferite il 18 marzo scorso in occasione delle dimostrazioni di maglia gialla a Parigi.

Le proteste sono diventate violente quando la polizia ha usato cannoni ad acqua e gas lacrimogeni per disperdere la folla. I manifestanti lanciarono sassi e organizzarono barricate.

Un portavoce della polizia di Parigi ha detto che 192 persone sono state trattenute per essere interrogate. La procura di Parigi ha detto che 64 sono stati posti sotto custodia.

I manifestanti hanno dato alle fiamme un ramo della banca del Tarneaud, ha detto un portavoce dei pompieri di Parigi. I vigili del fuoco hanno evacuato l’edificio e spento l’incendio.

Sugli Champs-Élysées, i negozi e le vetrine dei ristoranti sono andati in frantumi e un’edicola è stata incendiata. Fouquet’s, il ristorante in cui l’ex presidente Nicolas Sarkozy ha celebrato le sue elezioni nel maggio 2007, era tra gli stabilimenti vandalizzati.

I gilet gialli e i danni alle strutture della città

Le finestre del ristorante sono state distrutte, la tenda da sole bruciata e gli interni rovinati. I manifestanti hanno usato la vernice spray per scrivere “Sarkozy ha rotto tutto” sul muro esterno del ristorante.

Le proteste continuano in Francia mentre i Gilet Gialli si scontrano con la polizia
Il ristorante di Fouquet sugli Champs-Élysées a Parigi è stato pesantemente danneggiato dalle proteste dei gilet gialli sabato.

“Non c’è dubbio: stanno invitando alla violenza e sono qui per provocare il caos”, il ministro degli Interni francese Christophe Castaner ha twittato sabato mentre gli scontri si sono svolti. “I professionisti del danno e del disordine, equipaggiati e mascherati, si sono infiltrati nelle proteste: le mie istruzioni alla polizia: rispondono molto fermamente a questi attacchi inaccettabili”.

Le ” gilet jaunes” o proteste dei gilet gialli iniziarono come una campagna contro un aumento delle tasse del gas, ma si sono trasformate in una manifestazione più ampia contro il governo del presidente Emmanuel Macron.

Il primo ministro francese Edouard Philippe, durante un’intervista con la BfM della CNN di sabato, ha detto che coloro che “scusano o incoraggiano” le proteste in corso sono “complice”.

Philippe ha detto che le autorità stanno lavorando per garantire che i responsabili siano “messi davanti al tribunale e severamente puniti”.

“Il nostro obiettivo è di totale fermezza”, ha detto Philippe, aggiungendo che ci sono migliaia di “persone molto determinate che sono lì per creare disordine e per commettere gli atti che ho appena denunciato”.

Informati24

Add comment

Seguici

Close