Per andare avanti abbiamo bisogno di più Europa…questo è quanto dichiara Romano Prodi

unione europea
0 10

A Quarta repubblica, Romano Prodi, esprime le sue personali opinioni sull’Unione Europea, i suoi problemi e le prossime elezioni.

L’ex presidente del Consiglio dei Ministri, Romano Prodi, è intervenuto alla trasmissione Quarta Repubblica, esprimendo impressioni e valutazioni sulla situazione attuale e sull’Unione Europea.

Prodi ricorda a tutti che l’Europa prima era una struttura sovranazionale seria, la commissione rappresentava tutta l’Europa. Poi è passata a un Europa divisa tra i vari interessi dei paesi membri. Cosi non rappresenta più doverosamente le nazioni!

Prodi spiega:

“Quando le nazioni si mettono in contrasto, una contro l’altra, chi vince? Ovviamente la più grossa, e allora abbiamo avuto anni di dominio della Politica economica tedesca che io, fra l’altro, ho più volte criticato. Ma abbiamo bisogno di più Europa, non di meno Europa se vogliamo andare avanti. Ma vi rendete conto che tra Cina e Stati Uniti noi non esistiamo più. Tutti i nuovi colossi del mondo sono tutti americani o cinesi. Ma vogliamo proprio finire male?

Loading...

Restiamo dentro l’Unione Europea

L’ex Presidente aggiunge:

L’Europa deve tornare ad essere l’Europa di un tempo, quella che aveva credibilità nei Paesi e che oggi, se si superano le incongruenze, ci potrebbe far vincere la battaglia mondiale.

Altrimenti siamo finiti, siamo letteralmente finiti. Quando l’Europa stabilisce le norme sanitarie, le regole per il riciclo dei rifiuti, sono cose utili anche quelle, intendiamoci. Ma tutti questi temi non scaldano l’animo. L’animo si scalda con la politica”

Concludendo racconta un piccolo aneddoto:

Quando si costruì l’Euro mi ricordo che io chiesi allora al cancelliere tedesco: “Ma so che i tuoi concittadini tedeschi non vogliono l’Euro, tu perché invece lo vuoi? E lui mi rispose: “Io voglio l’euro perché mio fratello è morto in guerra”. Non mi ha detto voglio l’euro per la banca o per tassi di interesse più convenienti. Ecco, noi dobbiamo recuperare il senso della politica. Con le prossime elezioni europee è nostro dovere cercare di recuperare questo senso della politica”

Iscriviti alla nostra Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Iscriviti qui per ricevere le ultime notizie e aggiornamenti direttamente nella tua casella di posta.
È possibile disdire in qualsiasi momento

Leave A Reply

Your email address will not be published.